Quali sono le differenze tra Cartomante e Chiromante

differenze tra cartomante e chiromante

Quali sono le differenze tra Cartomante e Chiromante

Differenze tra Cartomante e Chiromante

Cartomante o chiromante? Chi sono e cosa fanno? Qual è la differenza tra queste due figure? In questo articolo andremo a conoscere un po’ meglio questi due diversi “professionisti della magia” e in che modo praticano la divinazione.

Il cartomante legge il futuro attraverso le carte

La cartomanzia come la conosciamo oggi, nonostante abbia radici molto antiche, è tornata in voga alla fine del ‘700 con alcuni importanti studiosi di esoterismo che cominciarono a leggere i Tarocchi della tradizione italiana e francese. Uno di questi, Etteila, è stato autore di un importante manuale per la lettura delle carte che fu letto e studiato da migliaia di persone e contribuì alla rinascita della divinazione cartomantica.

Come funziona il consulto con un cartomante? Di solito si pone una domanda, che può essere di ampio raggio (ad esempio “cosa mi riserva il futuro in amore?”) oppure specifica (“mi conviene fare questa particolare azione che ho in mente?”). Il cartomante, sentita la domanda, estrae dei Tarocchi e li pone sul suo tavolo secondo un disegno specifico, una croce o un cerchio. Poi le scopre. La divinazione si fa interpretando il significato delle singole carte, la loro posizione e la relazione che i diversi simboli hanno tra loro. Questo tipo di consulto si può fare anche a distanza, ad esempio via telefono.

Il chiromante legge il palmo della mano

La chiromanzia (lettura della mano) ha origini molto remote e nasce in Oriente. Questa pratica si propone di leggere il futuro del consultante e il suo destino, ma anche di aiutarlo a comprendere meglio se stesso e i suoi punti di forza. Rispetto alla lettura delle carte, quindi, è applicabile a situazioni un po’ meno specifiche e più generali della persona. La lettura si fa sul palmo della mano quindi, naturalmente, è escluso o comunque molto difficile che si possa praticare la chiromanzia a distanza.

Quale mano si legge nella chiromanzia? La scelta stessa ha un suo significato.

  • Nelle donne la mano destra rappresenta la loro situazione alla nascita, quindi il “destino” scritto a priori, mentre la sinistra tiene traccia delle esperienze fatte nella vita e di come hanno modificato questo destino.
  • Negli uomini è il contrario: la mano della nascita è la sinistra e quella delle esperienze è la destra.

Secondo alcune linee di pensiero una delle due mani rappresenta il presente e il passato e l’altra il futuro. I segni che sulla mano vengono letti sono le linee, i solchi che restano tracciati nella pelle, e i cosiddetti monti, ovvero i rigonfiamenti.

Differenze Cartomante e chiromante: chi scegliere

La scelta dipende molto dalla curiosità soggettiva, ma anche dalla necessità del momento. La chiromanzia è una pratica interessantissima, ma non si può chiedere consulti troppo frequenti perché le risposte variano più lentamente, con l’accumularsi delle esperienze della persona. Potremmo dire che si va dal chiromante per conoscersi meglio e dal cartomante per tutto il resto: i Tarocchi infatti, con la loro varietà, possono rispondere a una gran quantità di domande specifiche.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Open chat
1
Ciao
Come posso aiutarti?