Il significato del Pentacolo

significato del pentacolo

Il significato del Pentacolo

Il significato del pentacolo

Il pentacolo è un tipo di disegno grafico molto antico, portatore di una potente magia; come simbolo è adottato in diverse culture e non solo in quella occidentale. Si tratta di una stella a cinque punte che si disegna all’interno di un cerchio, anche se a livello etimologico la parola “pentacolo” potrebbe in teoria indicare qualsiasi simbolo che si porti appeso al collo come “pendente”.

In occidente, il pentacolo è un simbolo associato direttamente all’esoterismo, ma la sua storia è molto antica e discende dai culti pagani degli antichi romani. La stella a cinque punte era infatti sacra alla dea Venere, la divinità dell’amore, dispensatrice di sensualità, bellezza e potenza.

L’evoluzione nella Storia

Ma il pentacolo, nel corso dei secoli, è andato ad acquisire ben più di un significato magico. Con la sua particolare forma, la stella ricorda schematicamente il corpo umano (con le sue estremità: quattro arti più la testa), riassumendo in sé i concetti di universo completo e infinito, nel grande come nel piccolo, nelle immense distanze tra i pianeti e nei minuscoli spazi tra gli atomi. Le cinque punte rappresentano, oltretutto, gli elementi creatori primari: aria, acqua, terra, fuoco e spirito.

Il simbolo del pentacolo è correlato a diverse religioni oltre quella degli antichi romani, come il druidismo e la wicca. All’interno di questi culti e di molti altri di origine indeuropea, le punte della stella assumono un particolare significato. I tre angoli superiori simboleggiano le tre divinità fondamentali (o comunque la potenza divina nei suoi attributi più alti e spirituali) mentre le due punte rivolte in basso rappresentano le divinità terrene, la vita e la morte, oppure le potenze legate alla fertilità e agli inferi.

Come potrete immaginare, la Chiesa cattolica nel corso del medioevo e del rinascimento condusse aspre battaglie contro il paganesimo e i suoi simboli, ed è per questo che si sente dire ancor oggi che la stella a cinque punte sia un simbolo satanico.

Effettivamente, i satanisti finirono col tempo per appropriarsi (più o meno impropriamente) di questo antico e potente simbolo, ma lo rappresentarono in un modo particolare. Infatti, il pentacolo satanico è rovesciato, cioè ha due punte rivolte verso l’alto e tre rivolte verso il basso. I significati di questo gesto sono diversi: secondo qualcuno, rivolgere verso il basso le tre punte associate allo spirito significa mettere l’uomo al primo posto, oppure indicare che l’energia celeste ha come effetto il potenziamento dell’anima umana, così ciò che è in basso è “più ricco di energia” rispetto a ciò che si trova in alto. Gli avversari del satanismo ritengono invece che il pentacolo rovesciato sia un insulto a Dio e che sia quindi un simbolo malvagio, opposto al pentacolo diritto che porta un significato buono.

Nelle Carte dei Tarocchi, il potente simbolo del pentacolo (raffigurato diritto) è presente in diversi arcani minori, soprattutto all’interno del seme dei denari. Le carte dei denari, in lingua inglese, si chiamano infatti proprio “pentacles”. Si tratta di uno dei tanti esempi che le carte dei Tarocchi, anche quelle apparentemente più umili e ordinarie, nascondono invece una galassia di significati da interpretare.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Open chat
1
Ciao
Come posso aiutarti?