I diversi tipi di Tarocchi

I diversi tipi di Tarocchi

I diversi tipi di Tarocchi

Ultimamente nelle librerie è possibile trovare mazzi di Tarocchi di ogni tipo anche per principianti, sempre più colorati e originali, dedicati ai curiosi e ai principianti. Ma i mazzi utilizzati nella lettura del futuro professionale non sono scelti a caso, non sono frutto della moda o della fantasia di un singolo artista: i veri Tarocchi sono quelli che prendono le loro immagini, i loro simboli e i loro colori direttamente dai primi Tarocchi creati nel Rinascimento, i quali a loro volta si ispiravano a fonti ancora più antiche. Vediamo ora insieme quali sono i Tarocchi utilizzati più spesso per l’arte divinatoria e le loro caratteristiche!

  • I Tarocchi di Marsiglia

I Tarocchi di Marsiglia hanno origine in Italia ma prendono il nome della città francese che per secoli li ha prodotti e utilizzati più di ogni altra. Sono tra i mazzi più conosciuti e apprezzati, in particolar modo dai principianti. Perché? Il loro pregio sta nella semplicità delle forme e nei colori e nell’aderenza all’iconografia tradizionale. Chi vuole apprendere l’arte della divinazione inizia spesso imparando da questi bellissimi Tarocchi. Recentemente, il famoso artista Alejandro Jodorowsky ha prodotto un propria versione dei Marsiglia con i colori restaurati, prendendo spunto dalle fonti originarie.

  • I Tarocchi Rider-White

 Parenti “nordici” dei Marsiglia, diffusi in particolar modo dei paesi anglofoni, questi Tarocchi sono in assoluto i più letti al mondo. Uniscono alla semplicità di lettura dei Marsiglia una vena decisamente più figurativa. In questi mazzi gli Arcani Minori non sono rappresentati soltanto tramite i “semi” ma con illustrazioni ricche almeno quanto quelle degli Arcani Maggiori.

  • I Tarocchi Egiziani

 Passando ai Tarocchi egiziani, compiamo un doppio salto: quello tra i mazzi adatti ai principianti e aderenti alle figure della tradizione e i mazzi speciali, non convenzionali, adatti solo ai cartomanti esperti. Gli appassionati di tarologia sanno che l’origine più remota dei Tarocchi si colloca nel leggendario Libro di Thot dell’antico Egitto. Ebbene, i Tarocchi Egiziani creano una nuova iconografia cercando di ricollegarsi con l’antica e quasi perduta tradizione. Solo i migliori cartomanti sono in grado di interpretare le loro complesse figure.

  • I Tarocchi della Golden Dawn

Questi Tarocchi sono tra i più enigmatici. Nascono a fine ‘800 dall’ordine esoterico inglese della Golden Dawn e integrano alle figure classiche una dose massiccia di simboli esoterici riservati agli iniziati. La loro interpretazione è, per questo, particolarmente ardua.

  • I Tarocchi Universali di Wirth

 Il mazzo dei Tarocchi Universali di Wirth è molto particolare, nascondendo dietro una apparente semplicità alcune difficoltà interpretative. Infatti, questo mazzo è composto da sole 22 figure, cioè gli Arcani Maggiori. Anche questo è un mazzo adatto agli esperti, ma decisamente piacevole a vedersi e interessante da analizzare.

  • I Tarocchi di Crowley

 Si tratta del mazzo più moderno tra quelli ufficiali: la sua creazione è dovuta a Aleister Crowley, un maestro di occultismo inglese che negli anni ’50 si dedicò a creare una propria iconografia a partire dai Tarocchi classici. Anche questo mazzo è intriso di occultismo e dunque arduo da interpretare, ma le sue figurazioni e i suoi colori sono di una bellezza disarmante!

 

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Open chat
1
Ciao
Come posso aiutarti?